Blog: http://saltalarana.ilcannocchiale.it

LETTERA AD UN ITALIANO

Pensaci bene, prima di votare.
Certo che votare quei servi di Berlusconi ce ne vuole. Fino a poco tempo fa pensavo
che Fini e Casini fossero rappresentanti della democrazia, ma ti rendi conto che pur di stare al poter hanno accettato le leggi ad personam, la connivenza Ghedini/commissione giustizia, la legge proporzionale con buona pace del maggioritario voluto in referendum dagli italiani, la depenalizzazione del falso in bilancio... E del rischio che se vince ancora Berlusconi, magari si compra anche il Corriere e Repubblica che diventano come Il Giornale? Ma ci pensi a questo? Ci pensi che ai tuoi figli consegni un Paese gestito da un populista con velleità assolutamente antidemocratiche, un Paese senza moralità? E alla nostra immagine nel mondo ci pensi? E al disastro dei conti pubblici ci pensi?

Dimmi: è accettabile tutto questo in un Paese civile? è accettabile?

A Roma il sindaco è di Centrosinistra: ha fatto così male? le libertà sono state cancellate? i romani credono che sia intoccabile perchè ha fatto molto bene.

Attento carissimo, attento: anche i peggiori personaggi della storia sono saliti al potere in modo democratico, grazie all'ingenuità della gente. Non scherzo, sono molto serio, e molto preoccupato. Vedo un attaccamento al potere che mi spaventa. Lo sai che nel Lazio, Sardegna, Liguria, Puglia le schede verranno spogliate in via elettronica dalla stessa società (Accenture) coinvolta nello scandalo dei brogli in Florida? E lo sai che ad essa è stato assegnato l'incarico via trattativa privata? E lo sai che partner di questa azienda è il figlio di Pisanu?

Guarda che le dittaure oggi non si fanno più come un tempo, ma gestendo surrettiziamente l'informazione. E quando manca il pluralismo informativo, ci pensi ai rischi che corre una democrazia, quando chi la guida non vede altro che se stesso? Ci pensi a questo?

Certo che c'è del marcio a sinistra, ma c'è democrazia, c'è sempre stata, con Prodi, con Veltroni... si vive male e senza libertà in Emilia e in Toscana? Pensaci caro amico, prima di contribuire a consegnare il Paese ad un personaggio a cui non interessa l'Italia, a cui non interessi tu.

Questo voto dovrebbe essere un plebiscito contro Berlusconi, per dimostrare che non si può ingannare l'Italia in questo modo, un plebiscito per punire chi ha accettato l'inganno, la menzogna e la gestione personalistica di un intero Paese.

Pubblicato il 7/4/2006 alle 12.33 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web